Il caso Skyrim e dei suoi Add-On

Videogame Time

Chi non conosce The Elder Scrolls V: Skyrim e i danni che sta causando alla mente dei giocatori PS3 alzi la mano! Ecco, vedo... nessuno. Quindi tutti sanno bene cosa sta succedendo? Se non sei un videogiocatore, o lettore mio, te lo dico in due parole: un casino! Bethesda (software house madre della serie TES, di Fallout, Rage e del prossimo Dishonored - che mi ispira un botto) ha da poco (novembre scorso) lanciato sul mercato l'ultima follia ovvero Skyrim. Skyrim, ne ho già parlato, è un fantasy RPG con un mondo aperto sconfinato con una trama più o meno avvincente (a me è piaciuta molto) e una sconfinata scelta di altre cose da fare. Un gioco colossale che richiede un colossale sforzo dalle macchine su cui gira... in particolare la Playstation 3. La Software house ha sviluppato Skyrim su Xbox360 quindi ha studiato ed evidentemente solamente testato il gioco su quella console (di casa Microsoft). La Playstation, sebbene abbia la stessa quantità di memoria (512 Mb), non è altrettanto evidentemente stata utilizzata al meglio. Mi spiego meglio. Quando uscì Skyrim si notò subito che su PS3 il tutto era molto meno fluido tant'é che arrivati a circa 10 Mb di salvataggio il gioco smetteva di ragionare e andava a farsi benedire. Scatti paurosi, sessioni immobili, suoni sfalsati e non proseguo oltre. Un gioco pagato 70€ e reso inutilizzabile da un branco di incapaci che, pur di vendere quelle centomila copie in più, hanno pensato bene di non testare nemmeno il porting (la versione trasposta) della Playstation. Una patch qualche settimana dopo che il danno è arrivato alle orecchie di Beth e tutto sembra essersi risolto. Altre patch sono venute in seguito per risolvere la quantità industriale di Bug che colpivano il gioco (non solo su PS3 ma anche su PC e 360). Poi cosa avviene dopo? In esclusiva temporanea esce su XBox la prima espansione (alla modica cifra di 20€) chiamata Dawnguard incentrata sulle fazioni in lotta di Vampiri e Licantropi. Premio originalità 2012. Ma tralasciamo. Promessa di Beth è che entro un mese anche PC e PS3 potranno godere della nuova espansione. Ok... i fan, fuori dalla propria pelle dall'eccitazione, attendono un mese ma passa molto di più, quasi due settimane dopo il termine dell'esclusiva temporanea esce l'espansione per PC. E la Playstation 3? Ve la siete scordata? No, non l'hanno dimenticata... non sanno utilizzarla!! Dawnguard proprio non vuole saperne di girare su questa console e loro non sanno più a chi strappare i capelli. Il malcontento che si è creato dietro questa situazione causerà sicuramente danni a Beth (e lo spero) che intanto pare essersi messa in accordo con SONY per risolvere i problemi che il loro gioco sta dando a tutti i giocatori. Ma andiamo... sviluppare un gioco e buttarlo su piattaforme non adatte solo per vendere. Una volta usciva più o meno un terzo dei giochi che oggi riempiono lo scaffale. Tutti perfetti, con alcune eccezioni ovviamente, e senza troppi giramenti di scatole dietro. La Software house solitamente sviluppava su una sola piattaforma così da organizzare e perfezionare il lavoro. Pochi mezzi e tanto impegno... oggi, e Beth ma non solo lei, lo dimostra. Tanti soldi e zero impegno. Su vari forum ho letto di un sacco di gente che di questa situazione non ha capito nulla... ragazzi non è colpa della vostra PS3 se Skyrim vi va che è uno schifo ma è colpa della cara Beth che non è stata in grado di aprire un team di sviluppo per la console in questione. Su PC gira bene, poi con le mods l'esperienza è il massimo. Ora come ora anche su PS3 (dove io lo sto giocando attualmente) va bene... ma ormai ne sono quasi certo, Dawnguard e Hearthfire (seconda espansione minore del gioco), non arriveranno mai da noi. Scegliete voi che fare... io intanto ho in download la versione PC (e di certo non gliela pago una seconda volta). Baci.

PS: definire Skyrim una figata è poco comunque! Grazie Beth per averlo creato ma TES VI fallo meglio per cortesia! Grazie.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento...